Dorota Nieznalska ovvero arte senza limiti

Su Dorota Nieznalska si parlava in Polonia grazie alla sua mostra controversa dove uno degli elementi erano gli organi maschili appesi alle croci. Allora a Nieznalska hanno fatto la causa per aver insultato i sentimenti religiosi. Il processo ha durato 7 anni, alla fine la corte ha assolto l’artista.

Di che cosa si occupa adesso Nieznalska? A Sopot si può vedere la sua nuova mostra dedicata ai terreni dell’ex Ducato di Prussia intitolata ”Przeszłość, która nie chce przeminąć” (”Passato che non vuole passare”). Come nel caso di tutte le opere dell’artista, anche questa ”storica” porta con sè un’unione delle diverse forme d’espressione, dalla scultura tramite le installazioni agli archivi e ai materiali video. La mostra non è solamente una riflessione sui territori dell’ex Ducato di Prussia ma anche la raccolta delle osservazioni sulla memoria e sul modo di ricordare come un fenomeno sociale.